Marco Polo System e l’Assessorato alle Attività Culturali del Comune di Venezia inaugurano, Mercoledì 24 Aprile, alle ore 18.00, presso il Padiglione 36 di Forte Marghera, la mostra fotografica "Lo stato delle cose, figurazioni, immagini, territorio, paesaggi".

L’esposizione presenta, per la prima volta, sessantacinque fotografie di Giorgio Bombieri, fotografo dell’Osservatorio Fotografico - servizio istituito poco più di un anno fa all’interno dell’Archivio della Comunicazione del Comune di Venezia - con l’obiettivo di programmare e realizzare campagne fotografiche sulla città, il territorio e il paesaggio veneziano.

Sono qui esposte significative immagini commissionate dai diversi settori dell’Amministrazione comunale e da Enti ed Istituzioni ad esso collegate, quali quelle realizzate per la Direzione di Urbanistica che ritraggono in maniera professionale e accorta ampie porzioni del territorio, aree urbane ed industriali, cosiddette strategiche, soggette a trasformazione o a riconversione urbanistica. O quelle ancora riprese per Enti e Istituzioni pubbliche, che fissano consistenti manufatti di archeologia industriale o rovine dall’aspetto “post atomico”, per i quali sono in corso progetti di riuso funzionale o, ancora, suggestive ed originali fotografie commissionate dall’Istituzione Parco della Laguna, che documentano ambiti naturalistici e morfologici particolari quali la parte nord del sistema lagunare veneziano.

Altri scatti, selezionati appositamente per essere esposti a Forte Marghera, fotografano panoramiche e dettagli di luoghi e “non luoghi”, documentando quanto diverso ed eterogeneo sia l’habitat, i differenti e complessi elementi fisici e le specificità che caratterizzano il territorio e l’ambiente veneziano.

La mostra mette in evidenza solo una minima parte delle oltre duemila fotografie sinora prodotte dall’Osservatorio Fotografico e vuole essere un primo bilancio delle attività da esso svolte, un piccolo assaggio di un più ampio lavoro di produzione d’immagini che recupera la tradizione delle grandi campagne fotografiche novecentesche di alcune importanti agenzie fotografiche veneziane. Vi è in questo lavoro il duplice scopo di costruire un ampio repertorio d’immagini che consentano di conoscere e d’interpretare lo spazio, e di rendere disponibili le stesse ad un ampio pubblico di fruitori. Tutte le fotografie esposte in mostra saranno infatti consultabili nel sito www.albumdivenezia.it, all’interno del quale ciascuna fotografia sarà accompagnata da una scheda catalografica e andrà a comporre dei percorsi tematici corrispondenti ai temi rappresentati in mostra.

Il 1° maggio, all’interno degli spazi espositivi, dalle ore 13 alle 20, sarà allestito uno studio fotografico nel quale i fotografi dell’Osservatorio Fotografico eseguiranno gratuitamente il ritratto ai visitatori della mostra stessa. I ritratti così prodotti contribuiranno allo sviluppo del progetto concomitante dal titolo “Ritratti contemporanei”. Gli stessi saranno esposti durante la festa di chiusura il giorno 9 maggio.

All’inaugurazione della mostra saranno presenti l’autore Giorgio Bombieri, l’Amministratore di Marco Polo System Pietrangelo Pettenò, l’Assessore alle Attività Culturali Tiziana Agostini, il Vicesindaco Sandro Simionato e il responsabile dell’Osservatorio Fotografico Tiziano Bolpin.

Ideazione e allestimento della mostra a cura dell’Archivio della Comunicazione del Comune di Venezia.


Lo Stato delle Cose

Mostra fotografica

Forte Marghera, capannone 36

Dal 25 aprile al 09 maggio

Orari
dalle 16.00 alle 20.00 (sabato 04 e domenica 05 maggio CHIUSA)

01 maggio: dalle 13.00 alle 20.00
09 maggio: dalle 18 alle 22.00 (con festa di chiusura) 


Back to Top