MIT

Forte di oltre 2.000 visitatori nel primo week end di apertura, quello dal 17 al 19 aprile, Marco Polo System estende, in collaborazione con le Associazione Forcole Remi e Vele al Forte e Arzanà, l'apertura del MIT museo delle imbarcazioni tradizionali di Forte Marghera nei week end (venerdì, sabato e domenica) dal 24 aprile al 10 maggio.

Accanto alle visite guidate al museo e alla possibilità di acquistare i libri del Centro di Documentazione del Forte, Il Museo ospiterà l'8 maggio alle ore 10.00 il 21° Forum del Patrimonio Marittimo del Mediterraneo, evento realizzato dall'Associazione Musei Marittimi Mediterranei (AMMM) e Marco Polo System.

I Musei Marittimi del Mediterraneo sono impegnati nella raccolta interpretazione e conservazione dei materiali, dei significati e dei valori legati alla cultura del mare. In questo senso si pongono come luoghi attivi dell'interazione tra il patrimonio culturale, materiale e immateriale, opera dell'uomo, la comunità e l'ambiente naturale circostante, oltre che del proprio ruolo nell'evoluzione della società contemporanea e nella tutela e valorizzazione dei patrimoni marittimi dei propri musei e del paesaggio in cui si collocano.
Nel ventunesimo Forum dell'Associazione, i Musei condividono le proprie esperienze, approfondiscono lo scambio di competenze e discutono le linee scientifiche ed operative per meglio interpretare il proprio rapporto con gli ecosistemi urbani e con la tutela del patrimonio. In un'ottica di sostenibilità sociale, economica ed ambientale, si propongono uno stretto rapporto con le comunità e il contesto evolutivo del territorio, a livello locale e trans nazionale. L'AMMM intende finalizzare i lavori del Forum all'elaborazione delle linee guida della propria partecipazione alla Conferenza Generale dell'International Council of Museums (ICOM) che si terrà a Milano nel 2016 e sarà dedicata al tema "Musei e Paesaggi Culturali”.

 

Forte Marghera è uno dei siti dove si svolgono iniziativa con l'intento creare una rete per la promozione e la gestione delle aree fortificate che si affacciano sul Mare Adriatico. Aree caratterizzate da una relazione tra l'acqua, le architetture storiche delle fortificazioni e spazi urbani o naturali, da valorizzare come sistema territoriale transfrontaliero, occasione di sviluppo sociale, culturale ed economico.
Il progetto, chiamato MIT Museo delle Imbarcazioni Tradizionali, prevede di offrire al visitatore una collezione di imbarcazioni e di vari oggetti di loro pertinenza, conservata in un immobile di circa mille metri quadrati da poco restaurato e offrire attività didattiche e di animazione.
Un Museo inteso non come luogo chiuso ma parte di una più ampia rete diffusa nel territorio e nell'Adriatico, composta dalle organizzazioni e dalle istituzioni che in modi diversi si occupano della conservazione e dello sviluppo della tradizione del navigare in laguna.
Un Museo quindi come bene culturale legato alla storia e alla tradizione del territorio, che a partire dalle imbarcazioni, comprende anche saperi, capacità e mestieri che possono creare un futuro altrettanto ricco di interesse. L’imbarcazione tradizionale viene considerata anche uno strumento di sviluppo del territorio, veicolo sostenibile per la fruizione turistica della laguna veneta e delle coste adriatiche, stimolo per la conservazione e la valorizzazione di tradizioni legate alla pesca e all’artigianato che può coniugare innovazione e antiche conoscenze, saperi e mestieri.

Per maggiori informazioni sul MIT

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; Telefono 041.53.19.706


Back to Top