In segno di continuità con la collaborazione tra la Marco Polo System e l'Università di Nova Gorica, in particolare con il corso di master e dottorato congiuntamente istituito tra la stessa e lo IUAV intitolato "Economics and Techniques for the Conservation of the Architectural and Environmental Heritage", ETCAEH, domani 4 Dicembre dalle 10.00 alle 13.00 si terrà a Forte Marghera una lezione del prof. Jukka Jokilehto sul tema "Historic, Artistic and Economic Values and Bonds of Cultural Heritage".

L'iniziativa si pone all'interno di un progetto a lungo termine per Forte Marghera che include l'istituzione di un centro Internazionale e interdisciplinare per la conservazione e la valorizzazione dei siti Fortificati in Europa che ha finalità di ricerca, formazione e assistenza ai processi di conservazione e gestione, ma anche di promuovere iniziative di alto profilo rivolte a tutte le fasce di conoscenza. In questo quadro, i partner che hanno già espresso la loro volontà di collaborare affinchè il progetto si possa portare a termine sono numerosi e includono enti ed università con cui la Marco Polo System ha condiviso esperienze e conoscenze in questi anni di collaborazioni internazionali aventi in Forte Marghera un caso studio e di applicazione eccezionale. Tra questi proprio il programma ETCAEH, giunto alla sua 9na edizione, costituito da una rete d'eccezione di Università Europee (La Sorbonne, La Sapienza, L'Ecole Superieure Nationale d'Architecture de Paris Belleville, la Federico II di Napoli), enti ed esperti, tra i quali Xavier Greffe, Arjo Klamer, Pierluigi Sacco, Paolo Russo, Paola Falini, Peter Nijkamp e Luigi Fusco Girard.

Jukka Jokilehto, laureato in architettura e pianificazione urbana presso l'Università di Helsinki nel 1966, ha studiato all'ICCROM (International Centre for the Preservation and Restoration of the Cultural Property, created by UNESCO) e presso l'Istituto di Studi di Architettura Avanzati ottenendo il dottorato presso l'Università di York. 
Ha insegnato teoria e storia della conservazione del patrimonio, pianificazione, gestione in vari corsi internazionali, all'ICCROM e molte altre università in Italia, Finlandia, Germani, Inghilterra, nonché presso l'Università di Nova Gorica dove ha ottenuto la posizione di "Extraordinary professor". 

Ha lavorato presso l'ICCROM dal 1972, dove ha coordinato il corso di conservazione architettonica e urbana, raggiungendo la posizione di Assistente del Direttore Generale fino al 1998. 
In seguito è stato impegnato come consulente esterno per organizzazioni internazionali quali UNESCO, World Heritage Center, ICCROM, ICOMOS e Banca Mondiale, occupandosi anche del Masterplan di Baku e dei piani di gestione di Bam e Mtskheta.

Back to Top