YOUINHERIT è il futuro lavorativo dei giovani, basato sulle antiche, solide radici dei mestieri tradizionali.
Il progetto europeo, che vede in Marco Polo System un referente centrale, ha l'obiettivo sistematico di valorizzare il lavoro e le culture tradizionali della Central Europe Area.

 

Comune di Corfù: A Corfù la barca Arina nell’ambito delle “Rotte di Lepanto”.

07/07/2016 (Traduzione a cura di Marco Polo System)

In occasione della sosta della barca Arina (03/07/2016) a Corfù, nella cornice del progetto “Sulle Rotte di Lepanto – Lepanto Network”, il Sindaco di Corfù Kostas Nikolouzos ha incontrato, presso il Sailing Club, i rappresentanti della Marco Polo System GEIE e i partecipanti al programma.

Leggi tutto: Meeting Marco Polo System - Comune di Corfù. Il report

 
Nei giorni 11-12-13 Gennaio dalle 9.00 alle 16.00 nell’Ex-Convento dei Servi di Maria a S.Elena a Venezia si terrà un seminario internazionale intitolato Economics of Cultural Heritage, Tourism and Modern Fortifications in EU
 
Il seminario viene promosso dalla Marco Polo System GEIE con il supporto del programma "ETCAEH, Economics and Techniques for the Conservation of the Architectural and Environmental Heritage" istituito congiuntamente tra l’Università di Nova Gorica e l’Università IUAV di Venezia, nel quadro di un progetto Europeo del programma DG Enterprises intitolato Linking the Lines
In questo contesto la Marco Polo System GEIE stessa ha iniziato una serie di incontri locali l’11 dicembre scorso con il fine di costruire un potenziale concetto turistico per la promozione e la valorizzazione delle fortificazioni dell’alto Adriatico, a partire dal sistema difensivo di Venezia
Allegati:
Scarica questo file (Agenda_January2016.pdf)Agenda_January2016.pdf[Agenda degli incontri]37 Kb

Leggi tutto: A S.Elena a Venezia un ciclo di incontri su Turismo e Fortificazioni

Si chiude il 2015 con tanti risultati positivi, frutto di esperienze, competenze e professionalità che hanno consentito, in 15 anni di vita, a Marco Polo System di avere un ruolo da protagonista in molti progetti culturali europei.
Grazie a tutti i cittadini, collaboratori, Istituzioni e realtà' culturali perché hanno consentito che un'intuizione ed un sogno diventasse una bella realtà.
Nel 2016 la storia di Marco Polo System continuerà, perché le radici sono FORTI e la storia ed il patrimonio culturale del Mediterraneo meritano ancora tanto impegno, passione e nuovi sogni.
La rotta e' tracciata!

Buon 2016 !


2015 is ending with many positive achievements, as a result of experiences, competences and professionalism that have allowed Marco Polo System, in 15 years of life, to have a key role in many European projects.

Thanks to citizens, to all the collaborators, to the institutions and to the cultural realities because they have allowed that an intuition and a dream would turn into a wonderful reality.
In 2016 the history of Marco Polo System will continue, because the roots are STRONG/FORT and the history and the cultural heritage of the Mediterranean still deserve much commitment, passion and new dreams.
The route is marked!

Happy 2016!

 

Pietrangelo Petteno'
Marco Polo System

Marco Polo System augura a tutti un Buon Natale.

ConradMarco Polo System GEIE presenta al MIT di Forte Marghera, dal 17 ottobre al 29 novembre, una mostra dedicata al grande scrittore di mare Joseph Conrad, realizzata grazie alla collaborazione con il Galata Museo del Mare di Genova e il Museo della Marineria di Cesenatico. Sarà Venezia ad ospitare la nuova tappa italiana della mostra “Cercando Conrad. Vita, navi e libri di uno scrittore marinaio”, dedicata alla figura e all’opera di Joseph Conrad, lo scrittore più celebre della letteratura del mare.

L’occasione della mostra è data dalla volontà, in collaborazione tra alcuni dei principali musei del mare italiani e del Mediterraneo, di ricordare e divulgare maggiormente la vita e l’opera dello scrittore che seppe raccontare meglio di ogni altro e dall'interno la vita del mare, avendola personalmente sperimentata in qualità di ufficiale e capitano sui velieri e piroscafi.

Nato in Polonia nel 1857 e morto a Bishopsbourne in Inghilterra nel 1924, Józef Konrad Korzeniowski seppe utilizzare la lingua inglese con tale maestria da diventarne uno dei maggiori autori, con opere che restano come autentici monumenti della narrativa cari a generazioni di lettori, come La linea d’ombra, Tifone, Lord Jim, Il compagno segreto, Cuore di tenebra, sino al piccolo capolavoro di racconti e saggi che è Lo specchio del mare.

La mostra si sviluppa all’interno degli spazi del MIT di Forte Marghera attraverso dieci “totem” dislocati lungo il percorso di visita. Racconteranno la vita e le opere dello scrittore, che si svolse del contesto di un epoca – quella tra fine Ottocento e primi anni del Novecento – che fu quella del massimo fulgore della navigazione con i grandi velieri, prima del loro definitivo tramonto. Inoltre, nel museo i visitatori avranno anche la possibilità di trovare pagine tratte da alcuni libri di Conrad, in modo da potere incontrare e sperimentare attraverso la lettura il grande fascino delle sue narrazioni.

La mostra è stata curata da Pierangelo Campodonico, direttore del Galata Museo del Mare di Genova, insieme a Massimo Rizzardini direttore del’Acquario Civico di Milano, e a Giancarlo Costa, grande esperto di Conrad e detentore di uno dei più grandi archivi di immagini marinare esistenti in Italia. A Giancarlo Costa si deve anche l’idea stessa della mostra.

La mostra “Cercando Conrad” è organizzata e promossa da Marco Polo System in collaborazione con l'Associazione “Forcole Remi e Vele al Forte”. Cercando Conrad. Vita, navi e libri di uno scrittore marinaio

 

Venezia, MIT, Museo delle Imbarcazioni Tradizionali di Forte Marghera
dal 17 ottobre al 29 novembre 2015
Apertura sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00

Ingresso libero

A chiusura del mese di settembre, la Marco Polo System organizza a Forte Marghera un nuovo interessante week end all'insegna della cultura. Sabato 26 settembre riapre il MIT, Museo delle Imbarcazioni Tradizionali con l'inaugurazione della mostra fotografica "Acque di Battaglia", un progetto condiviso con il Centro Internazionale Civiltà dell'Acqua e sostenuto dalla Regione del Veneto. "Acque di Battaglia" riecheggia l’espressione più nota dei “campi di battaglia” per illustrare un tema poco conosciuto della Grande Guerra: quello degli eventi bellici che hanno interessato le vie navigabili del Veneto.

Grazie a questa mostra, all'immagine dei tradizionali campi di battaglia (legati nel nostro immaginario a intricate trincee di montagna o di pianura) si affianca così l'immagine inedita delle “Acque di Battaglia”, ovvero della poderosa organizzazione militare delle lagune e delle coste alto adriatiche.

Ma la mostra fotografica persegue anche una duplice finalità, connessa fortemente al presente oltre che alla conoscenza del passato. "Acque di Battaglia" intende promuovere nuove forme di ecoturismo legate alle storiche vie d’acqua navigabili che attraversano territori oggi spesso ai margini dello sviluppo economico ma che, per secoli, sono stati la culla della peculiare Civiltà dell’Acqua della nostra regione.

Riscoprendo i luoghi e la ricca storia di queste vie navigabili s’incentiva così il cosiddetto “quarto polo turistico”, valorizzando il potenziale dei territori più marginali per uno sviluppo sostenibile. La mostra è visitabile fino all'11 ottobre, dal giovedì alla domenica, dalle 14.00 alle 18.00, giovedì e venerdì, e dalle 10.00 alle 18.00 il sabato e la domenica. Il MIT rimarrà aperto fino al 29 novembre.

Sabato 19 e domenica 20 settembre torna a Forte Marghera MestResiste, serie di incontri e discussioni partecipate, iniziativa realizzata dall'ANPI di Mestre in collaborazione con il centro  IVESER Venezia, ControVEnto cooperativa sociale e Marco Polo system geie. 
Sabato alle ore 17.00 si discute di "A 70 ANNI DA HIROSHIMA", con Mario Bonifacio, il prof. Alessandro Pascolini dell'Università di Padova e Bruno Tonolo, Presidente ANPI Mirano. 
Domenica 20 è dedicata ad alcuni degli argomenti più "caldi" di quest'ultimo periodo a partire, dalle ore  16.30, con la LEGGE "BUONA SCUOLA"; ne parlano Carlo Forte e Ruggero Zanin. Alle ore 18.15 "MIGRANTI...PERCHE''? con il prof. Fabrizio Ferrari dell'Università di Padova.
Partecipano a MestReiste l'associazione LIBERA contro le mafie, EMERGENCY e UAAR Venezia.
 
L'associazione Italia-Vietnam propone sabato 19 la "festa del Drago e del Leone", con la partecipazione dell’Ambasciatore del Vietnam. La baia di Forte Marghera si colorerà a partire dalle ore 16.00 di aquiloni, spettacoli di teatro e musica ed esibizioni di arti marziali.
 
Marco Polo System inoltre aderisce alle Giornate europee del patrimonio con "Le passeggiate patrimoniale", percorsi della "memoria" durante i quali i cittadini riscoprono i luoghi come patrimonio culturale della propria comunità, non solo per il valore artistico-architettonico dei siti, ma anche per il significato che hanno assunto nello svolgimento della vita quotidiana.
Il ritrovo è previsto sabato 19 settembre ore 18.00, presso la baia di Forte Marghera, all'altezza del pennone della bandiera e domenica 20 settembre ore 11.00 presso l'Ex Chiesetta. 
Prevista domenica anche una introduzione alla visita "Forte Marghera... uno dei tanti forti di Venezia" curata da Mauro Scroccaro.
Sabato sera sarà possibile visitare il Laboratorio Aperto di pittura dell'Accademia di Belle Arti e partecipare, dopo cena, all'iniziativa curata da AV Arte & Vino presso il Capannone 36 con il concerto dei "La febbre del venerdì 13", esordio solista di Andrea Zucaro.
 
Giornate Europee del Patrimonio a Forte Marghera
sabato 19 settembre ore 18.00
domenica 20 settembre ore 11.00

Anche quest'anno, l'Accademia di Belle Arti di Venezia, in collaborazione con Marco Polo System, organizza il Laboratorio Aperto a Forte Marghera, presso il capannone 35.

Il progetto prevede la realizzazione di un ciclo di residenze per studenti delle Accademie di Belle Arti, finalizzato ad attivare un dialogo fra i giovani artisti delle Istituzioni di Alta Formazione Artistica, sottolineando gli aspetti processuali dell’esperienza creativa come condizione peculiare delle metodologie didattiche e di ricerca delle Accademie. Le attività del Laboratorio Aperto si svilupperanno, oltre che nella sede centrale dell’Accademia di Venezia, prevalentemente nell'Area Verde di Forte Marghera – nei pressi del centro storico di Venezia – e in questo primo ciclo coinvolgeranno gli studenti delle Accademie di Belle Arti con interventi seminariali di giovani artisti e Docenti.

Le attività del Laboratorio si svolgeranno attraverso la realizzazione coordinata, pianificata coinvolgendo anche gruppi di lavoro provenienti da varie accademie italiane, di seminari a carattere laboratoriale, di Workshop e di esposizioni in due distinte sedi: la sede centrale dell’Accademia di Venezia nonché il capannone 35 e l’area verde circostante di Forte Marghera.

Leggi tutto: Laboratorio Aperto a Forte Marghera

Electro Camp 2015, terza edizione, è un appuntamento all'insegna della sperimentazione e della ricerca in diversi ambiti delle arti performative - performing art, sperimentazione elettronica ed elettroacustica, video making. Anche quest'anno i percorsi formativi dedicati a performer, musicisti e video maker affiancano un festival aperto al pubblico, un'occasione di osservazione e confronto di nuovi punti di vista dello stato dell'arte.

ISCRIZIONI APERTE FINO AL 24 AGOSTO 2015 I posti sono limitati!

Leggi tutto: Electro Camp 2015: dal 9 al 13 settembre

Domenica 26 luglio a Forte Marghera alle ore 21.00 andrà, presso il Capannone 36, in scena l’esito performativo pubblico dei quattro laboratori residenziali condotti da Cesare Ronconi nel giugno/luglio 2015 tra Gubbio e Venezia Mestre.

Tornare al cuore è il titolo dell’happening - nel senso pieno dell’accadere del teatro quando è incontro tra vivi, nel qui e ora. Un lavoro in progress che convoca alcuni dei partecipanti che ne sono stati in questo mese scaturigine, definito nel giro di forze colto dal regista nell’udire profondo di corpi e spazi, nel movimento, nell'immobilità, nel silenzio e nelle parole di poesia scelte e incarnate. Fino alla nascita d’un coro - nucleo originario del teatro - contraltare delle voci delle poete ospiti, Mariangela Gualtieri e Roberta Sireno, nel paesaggio sonoro disegnato da Enrico Malatesta e Attila Faravelli. Tornare al cuore come tornare alle radici del lavoro del Teatro Valdoca, alla banda dei compagni, celebrare l’esser fuori dalle strutture rigide del teatro ufficiale, lavorare a una serie di incursioni rapide con i molti che vorranno stare nel punto in cui il teatro deflagra squarcia contempla risveglia enuncia prega giura. Con lo sguardo di angelo accecato che guarda dentro di sé e torna al cuore, al respiro, al presente.

TORNARE AL CUORE happening

regia: Cesare Ronconi
cura del movimento: Lucia Palladino con la partecipazione di allievi selezionati dai laboratori Tornare al cuore/Ciò che ci rende umani
poete ospiti: Mariangela Gualtieri, Roberta Sireno
§musicisti ospiti: Attila Faravelli, Enrico Malatesta
costumi: Micaela Leonardi
produzione: Teatro Valdoca e Live Arts Cultures in collaborazione con Marco Polo System, Cooperativa Controvento Forte Marghera

Capannone 36 @ Forte Marghera, via Forte Marghera Venezia Mestre
ore 21.00
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
Per info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. // liveartscultures.org
Marianna Andrigo 347 7447 845

Cesare Ronconi / Teatro Valdoca

Teatro Valdoca nasce nel 1983 a Cesena dal sodalizio fra il regista Cesare Ronconi e la drammaturga e poeta Mariangela Gualtieri e da allora persegue con rigore e raffinatezza una ricerca a ridosso della parola poetica e del lavoro d’attore, creando grandi produzioni corali, o concentrandosi sul lavoro di pochi interpreti, in una scrittura scenica che fonde danza, arti visive e musica dal vivo. La scrittura registica di Cesare Ronconi ha due elementi fondanti: l’attore, inteso come corpo glorioso e fonte prima di ispirazione, e il verso poetico affidato a Mariangela Gualtieri. Il ruolo centrale dell’attore porta in primo piano il magistero pedagogico di Ronconi, che per ogni spettacolo forma gli interpreti, portando così a maturità professionale molti giovani esordienti. www.teatrovaldoca.org L’attività del Teatro Valdoca si svolge con il sostegno di Comune di Cesena e col contributo di Regione Emilia Romagna, Provincia di Forlì-Cesena.

Dal 6 al 28 giugno, il sabato e la domenica dalle 14 alle 19, al Capannone 36 di Forte Marghera la mostra fotografica "PATRIMONIO FORTIFICATO Scorci inconsueti dell’Adriatico / DEDIŠČINA UTRDB Neobičanji pogledi Jadrana”, realizzata nell'ambito del progetto transfrontaliero Camaa – Centro per le Architetture Militari dell’Alto Adriatico.

La Mostra, inaugurata a gennaio a Capodistria (SLO), approda a Forte Marghera con 50 scatti d’autore, realizzati sia dai maggiori nomi della fotografia Alto Adriatica sia da fotoamatori. Le opere in mostra sono state selezionate da un’apposita giuria di esperti tra quelle pervenute ad un concorso fotografico. 

Il primo ottimo riscontro dell’iniziativa denota la vasta eco del concorso con il coinvolgimento di fotografi e fotoamatori italiani, sloveni e croati, che hanno fatto pervenire oltre trecento foto di alta qualità tecnica ed artistica. 

Obiettivo della mostra è contribuire alla promozione del patrimonio fortificato dell’Alto Adriatico. 

Per Pietrangelo Pettenò, amministratore unico della Marco Polo System "Il progetto di valorizzazione del patrimonio fortificato prosegue nella Regione del Veneto da molti anni. Con gli smartphone è facile scattare una foto delle proprie mura cittadine o torri difensive. Abbiamo invitato fotografi e fotoamatori ad inviaci il loro sguardo sul patrimonio fortificato dell’Adriatico. Grati della loro massiccia partecipazione abbiamo realizzato una classica mostra fotografica con le foto stampate dai migliori fotolaboratori. Per abbracciare il nuovo con un occhio di riguardo alla professionalità e alle tradizionali tecniche di stampa.”

La Grande Guerra, manifestoPrende il via sabato 23 maggio alle ore 21,30 presso la Polveriera Austriaca di Forte Marghera a Mestre, la rassegna "La Grande Guerra".

Organizzata da Marco Polo System in collaborazione con Officine Pinelli e Teatrino Zero di Spinea, il cartellone prevede teatro, incontri e presentazione di libri legati al primo conflitto mondiale.

Sabato 23 maggio il primo appuntamento con lo spettacolo "La presuntuosa speranza di sopravvivere" di e con Silvio Barbiero, produzione Carichi Sospesi di Padova.

Silvio Barbiero già vincitore del Premio come Miglior Attore del Roma Fringe Festival nel 2014 vi racconterà una storia che narra di cinque per esemplificare il destino di molti. La storia del singolo diviene quindi paradigma e modello del destino di coloro che si avviarono in marcia verso un fronte senza ritorno. Un affresco di come queste vite si siano spesso inconsapevolmente incrociate a pochi passi le une dalle altre condividendo l'angusto spazio di una trincea o anche solo il tepore di un pasto caldo.

Venerdì 29 maggio alle 18.00, con ingresso libero, Renato Callegari presenta la "Trilogia Azzurra", tre volumi editi da Marco Polo System che raccontano la Grande Guerra attraverso quella che era l'aviazione dell'epoca, tra campi volo e piccioni viaggiatori. Un racconto basato sui volumi" I nidi delle aquile", "Le ali del leon" e colombi in grioverde".

Leggi tutto: La Grande Guerra, rassegna culturale legata al primo conflitto mondiale

MIT

Forte di oltre 2.000 visitatori nel primo week end di apertura, quello dal 17 al 19 aprile, Marco Polo System estende, in collaborazione con le Associazione Forcole Remi e Vele al Forte e Arzanà, l'apertura del MIT museo delle imbarcazioni tradizionali di Forte Marghera nei week end (venerdì, sabato e domenica) dal 24 aprile al 10 maggio.

Accanto alle visite guidate al museo e alla possibilità di acquistare i libri del Centro di Documentazione del Forte, Il Museo ospiterà l'8 maggio alle ore 10.00 il 21° Forum del Patrimonio Marittimo del Mediterraneo, evento realizzato dall'Associazione Musei Marittimi Mediterranei (AMMM) e Marco Polo System.

I Musei Marittimi del Mediterraneo sono impegnati nella raccolta interpretazione e conservazione dei materiali, dei significati e dei valori legati alla cultura del mare. In questo senso si pongono come luoghi attivi dell'interazione tra il patrimonio culturale, materiale e immateriale, opera dell'uomo, la comunità e l'ambiente naturale circostante, oltre che del proprio ruolo nell'evoluzione della società contemporanea e nella tutela e valorizzazione dei patrimoni marittimi dei propri musei e del paesaggio in cui si collocano.
Nel ventunesimo Forum dell'Associazione, i Musei condividono le proprie esperienze, approfondiscono lo scambio di competenze e discutono le linee scientifiche ed operative per meglio interpretare il proprio rapporto con gli ecosistemi urbani e con la tutela del patrimonio. In un'ottica di sostenibilità sociale, economica ed ambientale, si propongono uno stretto rapporto con le comunità e il contesto evolutivo del territorio, a livello locale e trans nazionale. L'AMMM intende finalizzare i lavori del Forum all'elaborazione delle linee guida della propria partecipazione alla Conferenza Generale dell'International Council of Museums (ICOM) che si terrà a Milano nel 2016 e sarà dedicata al tema "Musei e Paesaggi Culturali”.

Leggi tutto: MIT: dal 24 aprile al 10 maggio apre nei week end ai visitatori

“La memoria conta veramente - per gli individui, le collettività, le civiltà - solo se tiene insieme l'impronta del passato e il progetto del futuro, se permette di fare senza dimenticare quel che si voleva fare, di diventare senza smettere di essere, di essere senza smettere di diventare.”  Italo Calvino

Scarpe Rotte ed. 2014

"Un fiore all'occhiello per tutta l'amministrazione, per tutta la cittadinanza". Così Massimo Venturini presidente della Municipalità Mestre Carpenedo ha definito in sintesi, questa mattina in conferenza stampa, il festival Scarpe Rotte, alla sua quarta edizione, dal 24 aprile al 03 maggio a Forte Marghera.

L'ANPI di Mestre, senza il cui impegno l'antifascismo rischierebbe di perdere quello che di più forte possiede, la memoria, in questa Festa della Resistenza di ieri e delle resistenze di oggi, offrirà anche quest'anno occasioni di confronto sul tema della Resistenza e del suo legame con il presente, unite a momenti di festa, con performance musicali e teatrali, proiezioni di filmati che coinvolgeranno il pubblico sulle esperienze che il nostro paese ha vissuto nel passato e che tutt'oggi continua ad affrontare. Non solo musica e spettacoli quindi ma anche tanta informazione, dibattiti ed incontri. Per Piero Susa dell'ANPI, i partecipanti sono "prima di tutto cittadini, al di la di posizioni politiche, definite oppure no. Aspettiamo giovani antifascisti capaci di analizzare criticamente il passato anche attraverso "esperimenti" di democrazia, di cittadinanza attiva".

Leggi tutto: A Forte Marghera torna il festival Scarpe Rotte

La Marco Polo System GEIE invita i fotografi e i fotoamatori a partecipare al foto-contest intitolato “PATRIMONIO FORTIFICATO Scorci inconsueti dell’Adriatico / DEDIŠČINA UTRDB Neobičanji pogledi Jadrana”. Obiettivo del concorso è contribuire alla promozione del patrimonio fortificato dell’Alto Adriatico nell’area del programma europeo Italia-Slovenia 2007-14. Saranno ammesse al concorso fotografie aventi per soggetto: siti e architetture militari, castellieri, mura, presidi di difesa, torri, torrioni e manufatti militari di epoche diverse dell’area Alto Adriatica. Il concorso si inserisce nell'ambito del progetto Camaa – Centro per le Architetture Militari dell’Alto Adriatico. Le fotografie selezionate da una giuria internazionale di esperti saranno esposte in una mostra nelle sedi di Forte Marghera (Venezia) e Palazzo Gravisi (Capodistria). La partecipazione al concorso è gratuita, e prevede l’invio delle proprie foto a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Il concorso rimarrà aperto fino al 9 gennaio. Pietrangelo Pettenò, amministratore unico della MPS, ha affermato a proposito del concorso: “Il progetto di valorizzazione del patrimonio fortificato prosegue nella Regione del Veneto da molti anni. Con gli smartphone è facile scattare una foto delle proprie mura cittadine o torri difensive. Invitiamo i fotografi e i fotoamatori ad inviaci il loro sguardo sul patrimonio fortificato dell’Adriatico, che verrà premiato con la realizzazione di una classica mostra fotografica con le foto stampate dai migliori fotolaboratori. Per abbracciare il nuovo con un occhio di riguardo alla professionalità e alle tradizionali tecniche di stampa.” Saranno accettate le opere realizzate con qualsiasi dispositivo per immagini digitali compresi smart device, per le caratteristiche tecniche consultare il regolamento del concorso pubblicato sulle pagine www.marcopolosystem.it e www.cancapodistria.org.

Allegati:
Scarica questo file (FOTOcontest_Camaa_ITA_def.pdf)FOTOcontest_Camaa_ITA_def.pdf[Regolamento concorso]571 Kb

Pagina 1 di 3